Cipe, oltre 600milioni per la ricostruzione privata

luglio 11, 2017 Cratere , Frazioni , L'Aquila 366 Views
Cipe, oltre 600milioni per la ricostruzione privata

Il CIPE, nella seduta di ieri sera ha provveduto a deliberare gli ulteriori stanziamenti per la riparazione dei danni ad immobili a seguito del sisma 2009, già oggetto di una seduta pre-CIPE di qualche mese fa.

Al Comune di L’Aquila sono stati assegnati € 667.507.000 per la ricostruzione o riparazione degli immobili appartenenti a privati.

“Una buona notizia che premia il lavoro fatto lo scorso anno e i primi mesi di quello in corso, dagli uffici (USRA e Comune) e dell’azione quotidiana di pungolo che è stata messa in atto dal sottoscritto che non si è tirato indietro quando c’erano cose da dire.” A parlare è l’ex assessore alla ricostruzione del Comune dell’Aquila.

“Infatti le assegnazioni del CIPE avvengono in base alle risultanze del monitoraggio della spesa e tendono a “premiare” il lavoro svolto e l’attenzione messa nel finanziare quanto più pratiche possibili.

Un abbassamento sul fronte della spesa determina in automatico minori assegnazioni per l’anno successivo con il rischio di arrivare a una progressiva riduzione nel finanziamento dei cantieri della ricostruzione.

Questo rischio è stato evitato e il Comune dell’Aquila ora può contare su oltre € 800 milioni se si tiene anche conto del residuo che ci viene dalle precedenti assegnazioni.

I fondi, come noto, vengono dalla legge di stabilità 2015 (legge n. 190/2014) che ha assegnato al sisma Abruzzo 5.1 miliardi di € fino al 2020.

La delibera che il CIPE ha assunto, riguarda anche il finanziamento degli altri Comuni del cratere per € 149.639.400, di quelli fuori cratere per € 47.981.318 e dell’ATER.

Per l’ATER il Comitato ha deliberato l’approvazione del Piano 2017 per un costo complessivo di €
35.203.289 corrispondente a 11 interventi delegati al Provveditorato alle OOPP per € 19.208.396 e 4 interventi di competenza della stessa ATER L’Aquila per € 15.994.892. Tali interventi investono un numero complessivo di 158 alloggi di cui 128 di proprietà dell’ATER e 30 di proprietà privata di altrettanti nuclei familiari alcuni dei quali dimoranti negli edifici del progetto C.A.S.E.
E’ stato inoltre deliberato un contributo straordinario di circa € 41 milioni per minore entrate fiscali per Tasi e per maggiori spese.

Print Friendly, PDF & Email

Potresti essere interessato a...