Cratere, il 95% delle periferie è stato ricostruito: speso il 10, 15% in meno del previsto

novembre 16, 2015 Cratere , L'Aquila 642 Views
Cratere, il 95% delle periferie è stato ricostruito: speso il 10, 15% in meno del previsto

Il 95% delle periferie dei comuni interessati dal sisma de L’ Aquila e’ stato ricostruito. Lo ha comunicato il sindaco del capoluogo, Massimo Cialente, nel corso del suon intervento all’inaugurazione del Palazzo di Giustizia della citta’, alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella. Cialente ha sottolineato che “per la prima volta, un’opera pubblica italiana, costera’ meno di quanto preventivato”. “Spenderemo il 10-15% di meno – ha aggiunto – delle somme contabilizzate. Solo L’Aquila risparmiera’ 387 milioni di euro”.
Il sindaco ha ripercorso le tappe del post sisma, tra le “mille difficolta’” per reperire fondi, varare leggi. Nei 56 comuni del cratere sismico il 15% dei centri storici e’stato ricostruito. A L’Aquila ci sono 96 cantieri aperti nel cuore della citta, che una volta completato, “diventera’ uno dei centri storici piu’ belli del mondo”. Il capoluogo, che nel 2009 contava circa 106 mila abitanti, ci sono oggi 11 mila sfollati, contro i 52 mila della fase immediata alla calamita’. Cialente ha poi, posto l’accento su un’altra emergenza che la citta’ si trova ad affrontare: il lavoro.
“Stiamo ricostruendo le case – ha sostenuto – ma non il tessuto economico e produttivo. 17 mila persone hanno perso l’occupazione ed oggi contiamo 27 mila persone senza lavoro. C’e’ qualcosa che non funziona, se e’ vero che abbiamo il piu’ grande cantiere d’Europa”. Con la cerimonia a Palazzo di Giustizia, si e’ conclusa dopo le 17 la visita di Sergio Mattarella a L’Aquila. Quattro tappe (casa dello studente, universita’, Onna e Palazzo di Giusitizia) che hanno permesso a Mattarella di avere un quadro preciso della situazione al L’Aquila e di portare la vicinanza dello Stato alle comunita’ e istituzioni colpite.

Print Friendly, PDF & Email

Potresti essere interessato a...