Ex Prefettura: piazza Santa Maria di Bagno verrà conservata

maggio 17, 2016 L'Aquila 853 Views
Ex Prefettura: piazza Santa Maria di Bagno verrà conservata

La città sta cambiando e il centro storico sta diventando, se possibile, ancora più bello rispetto a prima del 6 aprile.
La notizia di questi giorni riguardante la pedonalizzazione di viale Michele Jacobucci e la riconnessione del palazzo dell’Emiciclo ai giardini può essere letta in modo positivo perché va a riqualificare uno spazio importante della città di L’Aquila. “Tale intervento” dice l’Archeoclub aquilano “sembra infatti richiamare l’intento originario con cui venne realizzato il Palazzo dell’Esposizione (oggi noto come “l’Emiciclo”), già Ospizio di San Michele dei Cappuccini, ossia un’ampia esedra in stretta relazione con i giardini pubblici a fondale monumentale del lato est dell’area. L’auspicio è che l’intervento avvenga nella tutela e nell’arricchimento del verde pubblico esistente.”

Qualche dubbio si era invece creato attorno a Piazza Santa Maria di Bagno, ovvero la piazza davanti alla Prefettura.

Associazioni come lo stesso Archeoclub, la Deputazione di Storia Patria negli Abruzzi e la locale sezione di “Italia Nostra” si sono pronunciati contro  il paventato ampliamento del complesso dell’ex monastero agostiniano, più noto come ex sede della Prefettura. “Tale progetto prevederebbe di fatto un estensione del complesso verso sud-ovest che andrebbe a cancellare lo spazio di piazza Santa Maria di Bagno nel quale, tra l’altro, sorgeva in passato l’omonima chiesa allineata all’asse di via San Francesco di Paola all’incrocio con la via al Campo di Fossa. L’ampliamento chiuderebbe quindi l’accesso immediato all’asse rettilineo di via Campo di Fossa.” si legge nella nota diffusa dall’Archeoclub.

Ma oggi il provveditore alle Operer Pubbliche Linetti, dalle pagine del Messaggero, smentisce l’ipotesi: “la progettazione definitiva è terminata circa un mese fa. Ora resta da fare l’esecutivo ma la questione è ormai risolta perché si possono apportare le modifiche suggerite dalle associazioni.” L’intento, spiega Linetti, è quello di mantenere le piazza come luogo di socialità e ritrovo e piazza Santa Maria di Bagno non farà certo eccezione.

Print Friendly, PDF & Email

Potresti essere interessato a...