L’Aquila. Bilanci: un emendamento da 28 milioni per aiutare l’Aquila e i Comuni del Cratere

aprile 22, 2016 Cratere , L'Aquila 475 Views
L’Aquila. Bilanci: un emendamento da 28 milioni per aiutare l’Aquila e i Comuni del Cratere

Un emendamento al decreto Giannini su Università e Ricerca (che contiene norme per il Gran Sasso Science Institute), con la quale si chiede di stanziare 23 milioni per L’Aquila e 5 per i Comuni del cratere, a ristorare i bilanci. Lo ha annunciato la senatrice del Partito Democratico Stefania Pezzopane in una conferenza stampa tenuta assieme al segretario del Pd dell’Aquila Stefano Albano.

Nel caso in cui in quel provvedimento non ci fosse spazio e possibilità, l’intento è ripresentare l’emendamento alla prima occasione utile. Pezzopane ha spiegato che la prassi che ormai da anni prevede che L’Aquila e i Comuni del cratere siano ristorati delle minori entrate dovute al sisma, quest’anno ancora non si concretizzata per via della ricognizione delle risorse occorrenti promossa dalla sottosegretario Paolo De Micheli attraverso gli Uffici speciali per la ricostruzione. L’indagine serve “ad evitare l’ostilità degli Uffici ministeriali e ha allungato i tempi. In ogni caso il corto circuito andrà superato, e questo emendamento rappresenta un segnale e un’accelerazione. La sottosegretario e il nostro capogruppo al Senato, Luigi Zanda, sono stati informati in anticipo. Certo è che stiamo svolgendo un gran lavoro per cui sarebbe necessaria coesione e collaborazione”.

La senatrice del Pd ha smentito a questo proposito interpretazioni politiche che riconducono l’ancora mancato finanziamento a un presunto tentativo di sabotaggio del governo nei confronti del Comune. “Non sta in piedi – ha detto poi Albano – che un esecutivo che decide di stanziare miliardi per la ricostruzione poi decide di bloccare venti milioni perché vuole danneggiare la coalizione che governa L’Aquila. Intendo rassicurare i nostri alleati: il futuro dell’Aquila si deciderà all’Aquila, abbiamo stabilito che il perimetro della coalizione con cui ci candideremo alle prossime elezioni sarà quello del centrosinistra tradizionale, ulivista, che anzi vogliamo ad allargare alle migliori esperienze presenti in città”. Il segretario del Pd aquilano ha anche ribadito che “noi come sempre lavoriamo alla risoluzione dei problemi. Sarebbe utili che anche altri in città, come gli esponenti che fanno riferimento allo stesso partito del sottosegretario Chiavaroli, dessero il loro contributo”.

Print Friendly, PDF & Email

Potresti essere interessato a...