L’Aquila, dal Paraibe per studiare il più grande cantiere di restauro architettonico mondiale

maggio 25, 2016 Cratere , Frazioni , L'Aquila 760 Views
L’Aquila, dal Paraibe per studiare il più grande cantiere di restauro architettonico mondiale

Soluzioni tecniche innovative, un modello di gestione amministrativa unico nel suo genere e materiali all’avanguardia. Di tutto questo e di molto altro ancora si è parlato oggi all’auditorium del Parco, a L’Aquila,  nella giornata dedicata a “Innovazione e Futuro: smart city, smart building”. Un appuntamento di rilievo che vede tra i protagonisti anche l’Ordine degli Ingegneri della provincia dell’Aquila, in particolare sulla questione del restauro di cui, a ragione, la città può rappresentare un modello a livello internazionale.

L’Aquila come grande cantiere di restauro architettonico sul piano mondiale. Del resto, proprio qui si stanno sperimentando processi e soluzioni ad alto contenuto tecnologico. “Oggi la nostra città – spiega il presidente Elio Masciovecchio, a margine dell’iniziativa – costituisce un esempio cui guardare con attenzione perché abbiamo cercato di unire la migliore tradizione ingegneristica italiana al necessario aggiornamento tecnico. E la risposta – prosegue – è stata l’estrema innovazione nel modo di operare. Per la prima volta, abbiamo coniugato, infatti, l’arte italiana, l’architettura più apprezzata e l’antichità dei nostri saperi ad una cura estrema della sicurezza e del consolidamento sismico nonché alla sostenibilità delle strutture”.

Una vera e propria possibilità, quindi, questa della ricostruzione di L’Aquila – ormai pienamente avviata – che offre la possibilità di raccontare al mondo quanto si sta realizzando. Non a caso l’opportunità è stata subito colta dalla delegazione di professionisti ed istituzioni dello Stato del Paraibe, giunta lunedì in Abruzzo, grazie alla collaborazione intrapresa con gli ingegneri aquilani. Dopo la visita compiuta dalla categoria abruzzese lo scorso anno appunto nel Paraibe, questa volta sono stati i brasiliani a toccare con mano l’eccellenza italiana nella capacità di restauro dei beni architettonici post sisma.

Una delegazione, tra l’altro, molto nutrita, ne fanno parte: José Marcilio Filgueiras Cruz, professore della Universitade Federal da Paraiba Centro de Tecnologia Departamento de Engenharia Civil e Ambiental, Giucelia Araujo De Figueiredo, presidente Ordine Ingegneri e Agronomi dello stato del Paraibe, Cassandra Eliane Figueiredo Dias, sovrintendente ai Beni Culturali della città di Joao Pessoa, Jose’ Aldemir Meirelles De Almeida, senatore del Brasile, Corjesu Paiva Dos Santos, segretario Ordine Ingegneri e Agronomi dello stato del Paraibe, Fabio Da Silva Paiva, imprenditore. E chissà che, in futuro, proprio L’Aquila non possa divenire un grande polo per l’innovazione tecnologica.

Print Friendly, PDF & Email

Potresti essere interessato a...