L’Aquila. Ex Carispaq: riammesse otto imprese escluse in prima battuta

dicembre 1, 2015 L'Aquila 506 Views
L’Aquila. Ex Carispaq: riammesse otto imprese escluse in prima battuta

Sarebbero otto le imprese “ripescate” per partecipare alla gara d’appalto per la ricostruzione della ex Carispaq, splendido palazzo nel pieno centro storico dell’Aquila, per il quale si parla di lavori da 12 milioni di euro. Una somma ingente, nonché un nodo cruciale per il commercio e il ritorno alla vita in centro storico: tanto che, seppur si tratti di un cantiere privato, la filiera per l’assegnazione dei lavori è avvenuta con criteri e regole degne di un maxi appalto pubblico.

Dopo aver valutato le richieste di rientrare nella competizione, comunque, il presidente ha riammesso con riserva 8 delle aziende escluse dopo la prima selezione: le ditte riammesse sarebbero Cingoli, Cme, Zb Scarl, Consorzio stabile abruzzese, Sima Costruzioni, Cmb, Cosedil, Consorzio L’Aquila 2009.
Si vanno ad aggiungere alle precedenti 6: Mancini Srl in associazione temporanea con Tecnoclima, Coge Spa-Fam, Aldo Del Beato e C. Srl-Cobar, Intercantieri Vittadello Spa-Catena, Maltauro Spa-Aquilana Calcestruzzi-Centro Appalti Costruzioni, Consorzio Di Vincenzo e Strever-Rosa Edilizia-Ceit.

La riammissione è avvenuta senza entrare nel merito: la decisione finale è stata demandata all’assemblea dei consorziati che il 18 dicembre deciderà in via definitiva chi farà parte della partita.

Print Friendly, PDF & Email

Potresti essere interessato a...