L’Aquila sempre più smart: inaugurate le colonnine per la ricarica di veicoli elettrici

maggio 16, 2016 Frazioni , L'Aquila 644 Views
L’Aquila sempre più smart: inaugurate le colonnine per la ricarica di veicoli elettrici

La mobilità elettrica diventa realtà a L’Aquila: questa mattina il sindaco Massimo Cialente e il Responsabile Infrastrutture e Reti Italia di Enel Gianluigi Fioriti hanno inaugurato le prime infrastrutture per la ricarica di veicoli a zero emissioni nel territorio cittadino. Dopo il taglio del nastro della colonnina installata in Viale Nizza, Cialente e Fioriti hanno presentato il progetto presso l’Auditorium del Parco.

Tre ad oggi le infrastrutture già attive, una in viale Nizza e due in via Leonardo Da Vinci, parte di un primo lotto di 15 colonnine in fase di installazione. Il progetto prevede complessivamente l’installazione 37 colonnine di ricarica di tipologia standard, compatibili con la maggior parte dei veicoli elettrici attualmente in commercio, e 2 dell’innovativo modello “fast recharge”, in grado di ricaricare una batteria in 20-30 minuti.

L’iniziativa è un tassello del progetto “L’Aquila Smart City”, che intende fare del capoluogo abruzzese una città sostenibile, che coniughi in un unico modello urbano tutela dell’ambiente, efficienza energetica e sostenibilità economica portando benefici per i cittadini, la Pubblica Amministrazione ed il sistema elettrico nel suo complesso.
Il sistema di ricarica è pensato sia per la ricarica dei veicoli elettrici privati che per quelli pubblici. La tecnologia utilizzata a L’Aquila garantisce a tutti gli eco-automobilisti la possibilità di ricaricare i veicoli: è sufficiente sottoscrivere un contratto dedicato con un fornitore di energia elettrica che permette di accedere, tramite una card, all’infrastruttura di ricarica Enel. Bastano pochi euro per un pieno di energia in grado di muovere mezzi elettrici privi di emissioni inquinanti. Le infrastrutture verranno collocate in punti strategici del territorio individuati da Enel e Comune.

“Oggi è una giornata importante, poiché inseriamo un ulteriore, significativo tassello, ai fini della realizzazione di una città Smart. – spiega Massimo Cialente – Ricordo, infatti, che l’evento odierno nasce, nell’ambito del progetto Smart City, da un accordo tra il Comune dell’Aquila ed Enel Distribuzione per potenziare e rendere “intelligente” la rete di distribuzione dell’elettricità, aumentando contestualmente il livello di consapevolezza, da parte dei cittadini, circa i propri consumi di energia elettrica e promuovendo una mobilità alternativa e sostenibile. Sono state individuate tre macroaree e questa iniziativa, in particolare, rientra in quella denominata “Smart urban service”, che prevede l’installazione di una rete di infrastrutture a uso pubblico per la ricarica dei veicoli elettrici, per complessive 39 colonnine che verranno collocate su tutto il territorio comunale. Ricordo che, per questo progetto in collaborazione con Enel, il Comune dell’Aquila ha ricevuto, il premio “Smart Communities Milano 2015”, nell’ambito di Smau Milano, evento di riferimento nei settori dell’innovazione e del digitale per imprese e pubbliche amministrazioni, che si è tenuto nel capoluogo lombardo, in concomitanza con Expo, dal 21 al 23 ottobre scorsi. Un bel risultato, dunque, ottenuto in sinergia con Enel, cui va il nostro ringraziamento”.

“Il progetto L’Aquila Smart City prevede, oltre ad interventi di innovazione in chiave Smart Grids sull’intera rete elettrica del territorio, l’installazione di 39 colonnine per la ricarica dei veicoli a zero emissioni – commenta Gianluigi Fioriti – La rete di ricarica per mezzi elettrici che Enel sta realizzando in Italia conta oggi circa 2000 infrastrutture tra pubbliche e private, diffuse e utilizzate su tutto il territorio, e da oggi anche L’Aquila entra a far parte di questo cambiamento, e lo fa da protagonista, con un progetto che coinvolgerà sia il centro storico che le aree esterne”.

Per il progetto L’Aquila Smart City Enel sta portando avanti un complesso piano di interventi sul territorio cittadino e nei comuni di Scoppito e Cagnano Amiterno. I lavori coinvolgeranno complessivamente 6 cabine primarie e oltre 400 cabine secondarie, di cui 68 all’interno della attuale zona Rossa, che verranno collegate attraverso i più moderni sistemi di telecomunicazione e dotate dei più avanzati dispositivi di telecontrollo e automazione, abilitando una serie di servizi sulla rete elettrica e garantendo un servizio sempre più affidabile e continuo.

Print Friendly, PDF & Email

Potresti essere interessato a...